martedì 30 novembre 1999

Al mercato

Foto: www.06blog.it

[aggiornamento del 08.05.2008: io non ho detto che considero NYC una città di mare, ma semplicemente che se vedo in un film, come ad esempio Requiem for a dream, un Luna Park vicino ad una spiaggia penso subito a NY perché la mia mente fa immediatamente questa associazione. Quando ho detto questo a te, Ju, mi hai risposto: "ma va, non ci sono spiagge a NY". Invece, se consideriamo che Coney Island è parte di NY, la spiaggia c'è. Quindi ho vinto io. E stasera cucini tu.]


Stamattina sono passato davanti ad uno di quei tipici mercatini rionali dove si vendono dalle calze ai polli arrosto ai giocattolini plasticosi.

Ho buttato un occhio sulla bancarella del pesce e mi sono chiesto: "Ma tutto 'sto pesce, a fine giornata, dove finisce? Viene congelato? E domani scongelato di nuovo? E domani sera ricongelato? Non dev'essere proprio il massimo"

Insomma, non credo abbiano questo viavai di vecchiardelle che comprano vagonate di pesce. O sbaglio?

Ah, ieri sera, guardando Requiem for a dream (film davvero stupendo, con una regia incredibile), ho visto un Luna Park ed una spiaggia, i quali, aggiunti all'accento newyorkese dei protagonisti, m'ha portato a dire a Juliana, "Ah, devono essere a New York". E lei mi fa "No, non ci sono spiagge a New York". Ed è nata la discussione, che poi ho vinto io perché siamo andati anche su Google Maps e, via satellite, abbiamo isolato Coney Island, dove c'era il suddetto Luna Park e pure la spiaggia.

Io, quando mi dicono New York, immagino Times Square, i palazzoni, i bagel ma anche Coney Island con la sabbia e le giostre. Juliana invece no. E mi fa "Scrivi sul tuo blog e chiedi a chi legge cosa viene loro in mente quando pensano a New York, se a loro viene in mente una spiaggia, perché a me non succede".

Ammetto che la mia immaginazione è stata fortemente influenzata dalla scena finale del film "The warriors" e, soprattutto, dai vari episodi di GTA, nei quali c'è sempre una spiaggia. E dato che Liberty City si ispira a New York, credo sia più che giusto che ci siano anche le spiagge, no?

4 commenti:

  1. utente anonimo7 maggio 2008 18:19

    allora:
    il pesce a fine giornata viene ricongelato utilizzando la catena del freddo che ti permette di mantenere quasi intatte le proprietà dei cibi.

    new york: mi immagino la statua della libertà, il ponte di brooklin, gran casino tra i palazzi e manhattan di notte sull'acqua, ma niente spiagge effettivamente..

    d.

    RispondiElimina
  2. utente anonimo7 maggio 2008 22:25

    aha !
    somente voce tem a imagem de New York como uma cidade de praia..
    è.. desta vez EU TENHO RAZAO !!
    Lero lero
    Concordo com davide e meu pai

    RispondiElimina
  3. utente anonimo8 maggio 2008 14:13

    io penso un po a case tipo i robinson o a sex on the city, o a vialoni da film tipo die hard o un giorno per caso... niente spiagge...

    certo che il nostro immaginario è assolutamente dipendente dalla tv o cine...

    gran film cmq requim for a dream..

    m

    RispondiElimina
  4. utente anonimo8 maggio 2008 18:49

    VABBE MA ma vinco io perche a tutti vengon in mente altre cose, i palazzi, taxi gialli, times square, broadway... spiaggia vieni per ultimo.. lontano lontano ..
    dai, cucino io pero mi deve aspettare fino alle 22:40...

    RispondiElimina